mercoledì 30 aprile 2014

Uno scrittore interrotto

Si ostina a inventare storie che poi, per pigrizia, non scrive; crede nella sedentarietà ed è fermamente contrario al moto non necessario.
La presentazione che Andrea Storti dà di sé, nel suo blog Le mele del silenzio, è poco incoraggiante.
Eppure Andrea si dà da fare, porta avanti i suoi progetti editoriali con energia, in un profondo mondo interiore; è mentalmente iperattivo.
Ha pubblicato l'e-book La Sogneria (Ed. Lettere Animate) definita da lui stessouna storia per ragazzi, di genere fantasy, che parla dei sogni”.
E poi c'è un'antologia,
Fiabe per leoni veneziani: “Questo libro lo trovate in cartaceo, pubblicato da Studio LT2, e contiene delle fiabe classiche rivisitate e ambientate a Venezia. Ci sono svariati autori che hanno contribuito alla realizzazione del volume, come Fulvia Degl'Innocenti, Francesca Ruggiu Traversi, Aquilino e Roberto Piumini”.
Un po' Tim Burton (vedi altro libro Il ritorno dei corti viventi) Andrea Storti partecipa anche ai blog tour (molto in voga tra i blogger) attraverso i quali si “affitta” simbolicamente il proprio blog come vetrina per eventi, libri, etc.
Sintetico, pulito e costantemente aggiornato, dopo una visita al blog di Andrea, alla frase iniziale non ci crede nessuno!




L'amore ai tempi del 2.0

Astenersi perditempo è lo slogan di tutti gli annunci, tutti tutti. Mettiamo il caso che una storia d'amore va male, mettiamo il caso che anche la seconda ci delude, la terza, la quarta, la quinta, ma che pazienza... Ne parliamo con l'amico fidato, lo stremiano con le nostre agonie, piangiamo, ridiamo, usciamo, ci beviamo sù, ma c'è veramente rimedio? Astenersi perditempo è la storia di un romanticone, un timido che ci credeva, che all'ennesima delusione d'amore si mette in gioco, si avventura nelle inserzioni “sentimentali” e ci sta. Gianni Santoro, autore del libro e del blog Astenersi perditempo, racconta il percorso di un destino: “un romanticone (a volte troppo..) che dopo l'ennesima delusione amorosa decide di non impegnarsi più in storie importanti o, perlomeno, cerca di recuperare il tempo perduto. Scopre un mondo fertile, quello degli annunci, ci prova gusto e non sa più smettere...”. Quando settecento donne conosciute in quindici anni diventano la virtù di un uomo.
Chiodo scaccia chiodo (dice il detto)

martedì 29 aprile 2014

Aviazione online: Notizie dal cielo

Quanti sanno che su un volo diretto a Verona, Easyjet ha messo in scena un'opera teatrale di Shakespeare per celebrare il grande drammaturgo e poeta inglese?
Quanti sanno che per andare ad Atene si può volare anche con Ryanair grazie all'inaugurazione di una nuova base fresca di pochi giorni?
E quanti sanno chi sono le compagnie aeree che offrono il wi-fi a bordo?
Ce ne sono tantissime di curiosità sul mondo dell'aviazione nel blog Notizie dal cielo, curato dal giornalista, specializzato nel settore, Claudio Santovito, che descrive le intenzioni del suo blog in questo modo: “Il blog è nato lo scorso anno per informare e raccontare gli aspetti più curiosi che possono avvenire a bordo di un aereo. Non è propriamente una testata: accanto alle notizie di cronaca, concentrate essenzialmente a livello nazionale, cerco di raccontare episodi curiosi e anche incidenti. Non fosse altro che per esorcizzare la paura di volare: non avete idea di quante persone lavorino non soltanto per far volare in sicurezza un aereo, ma anche per accompagnarlo dal gate alla pista (e viceversa) in piena sicurezza”.





lunedì 28 aprile 2014

Sancara: this time for Africa!

Musica, paesaggi, storia, bellezza ma anche epidemie, genocidi, ingiustizie: è questa l'Africa, quella che molti sognano di visitare in vacanza e alcuni di viverla in pieno, raccontandone ogni sfumatura.
Uno di questi ultimi è il blogger Gianfranco Della Valle, autore e curatore di Sancara, in omaggio a Thomas Sankara, leader burkinabè, assassinato nel 1987, “una delle tante anime sane dell’Africa, che ha lottato e sacrificato la propria vita per quello che credeva”.
La passione per questa terra si anima in Gianfranco già da adolescente, motivando così la nascita del suo blog: “Fin da bambino l'Africa mi ha affascinato, ricordo che sfogliavo il mio grande atlante (De Agostini, credo) e mi soffermavo a osservare i contorni di quell'enorme continente, a seguirne i corsi dei giganteschi fiumi o le pianure desertiche. Sono cresciuto e finalmente sono riuscito ad atterrare a Dar El Salam (la mia prima volta in Africa) e poco dopo a rimanerci per un paio di anni”.
Sancara racconta e commenta i fatti conosciuti e i meno noti, perché l'Africa è uno di quei posti che si conoscono poco, se non male in alcuni casi, è un luogo che soffre ancora di pregiudizi e che, purtroppo, resta lontano dai nostri pensieri.
Sancara: un blog alla scoperta di una terra meravigliosa!





sabato 26 aprile 2014

CreativiNA: Use it and Abuse it!

CreativiNa è una medicina che guarisce da ogni sorta di apatia.
Partenopeo di nascita, questo blog guarda ad ogni genere artistico, supera qualsiasi confine geografico e, soprattutto, sprigiona cultura.
Nato dall'omonima Associazione culturale, il blog invita tutti, anche i giovanissimi, ad avvicinarsi all'espressione artistica in maniera spontanea, intelligente, empatica.
Siamo attivi da circa due anni; promuoviamo o raccontiamo artisti, siano essi pittori, fotografi, o musicisti in particolare. Siamo molto impegnati anche nel campo della didattica artistica, perché crediamo che le nuove generazioni debbano essere educate ed invogliate all’arte in una maniera più giusta di quanto sia stato fatto in passato, sicuramente con un approccio meno didascalico, istituzionale o - sotto un certo punto di vista - meno ludico (alla Art Attack diciamo!) e più veritiero, passionale e sperimentale”.
Costituita da nomi affermati come Fabio Fiume (giornalista e critico musicale), Paolo dell'Aquila e Salvatore Melillo (artisti e organizzatori di eventi), Lucia Capuano (presidente molto attiva nel sociale) e Tania Merenda (artista e insegnante) l'Associazione, e di conseguenza il blog, usano un linguaggio artistico sperimentale puntando a un sano messaggio di comunicazione:il sistema dell’arte sarà sempre lo stesso, oramai troppo fittizio ed autoreferenziale; bisogna educare, far conoscere, stimolare, supportare, diffondere”.
Passate parola!



venerdì 25 aprile 2014

Giulia Berra, l'artista entomologa

Un blog bilingue (italiano/inglese) realizzato dalla cremonese Giulia, un'artista figlia di un entomologo, quindi per imprinting un'artista entomologa.
Giulia Berra, da 5 anni, realizza le sue opere d'arte con insetti (tranquilli, non vivi), piume, crisalidi, galle, pietre marine, spine, resti trovati per terra, scovati da vecchie collezioni a casa sua.
Ultimamente sto spigolando piume di pappagallo cadute nei negozi di animali. Sono cose in cui mi imbatto: scarti biologici che riciclo mettendone in evidenza bellezza e dignità. Mi fa schifo?…Bhé, cerco di non pensarci!”.
Ha esposto diverse volte a Milano, ma con modestia dice di avere ancora strada da fare, essendo un'artista emergente. Le sue composizioni sono piccoli edifici, fatti di impalcature di legno e decorati ad esempio con ali di farfalle.
Provate a fare un salto nel blog e guardate: interessante!



giovedì 24 aprile 2014

Il menestrello itinerante

Siamo nel 2014, la nostra lingua sembra essere minacciata da contaminazioni di ogni genere e tra i blogger girovaga tranquillo uno strano menestrello che scrive alla maniera di Dante ... 
"Lo menestrello l’è invero costrutto esistenziale d’autore innominato, giacché l’esser conosciuto como menestrello era imperativo per carriera di cantore. Mi fingo menestrello perché non voglio metterci la faccia, forse dipende dal lavoro (quello retribuito) che faccio: la privacy è una costante molto importante e difficile da mantenere, senza contare che non sono un amante dei social network”.
Romano e contento, il menestrello canta storie nel suo blog a partire dal 2011, quando decide di aprirlo per far conoscere i suoi romanzi, Timeshifters (che verrà presto pubblicato in ebook) e Dreamer & The Magpie (quasi arrivato a conclusione). 
“Sul mio blog scrivo storie a puntate e racconti brevi; per i contenuti adotto un ciclo lavorativo di quindici giorni, con procedure e convenzioni che per spiegarle ci vuole un post a parte che feci tempo fa. In pratica scrivo quando riesco a trovare del tempo (fossero anche le 3 di notte) e poi mi do fino a quindici giorni per correggere i post. Ho già detto che sono un maniaco del controllo?”.
Leggermente vintage!

mercoledì 23 aprile 2014

La mia vita dopo te

Un cancro è una cosa terribile, è una malattia, non si discute.
Ma cosa si fa in certi casi? Se ne parla, per sfogo, per esorcizzare, per superare.
E un blog cosa può fare? Aiutare?
Barbara Vellucci del suo blog ne ha fatto un diario, un compagno di viaggio, una terapia, un consiglio per chi ha incontrato e incontra la sua stessa sorte.
“La maggior parte di coloro che mi leggono (e poi mi scrivono) arriva al mio blog e poi ci torna perché ha bisogno di informazioni pratiche (sulla malattia, sulla terapia..) oppure ha bisogno di trovare un po’ di coraggio e di forza per affrontare una situazione che sta vivendo direttamente o indirettamente”.
Credo che il messaggio più importante di questo blog sia rivolto alle Istituzioni, alla prevenzione, non è possibile che nel nostro Paese si debba fare la fila e aspettare mesi per avere diritto a una cura e dover pagare strutture private.
“Io credo che si potrebbe fare molto di più. Le campagne informative sono sicuramente efficaci ma se poi la realtà non ti permette di usufruire di servizi adeguati, diventa tutto più difficile. Se ti rivolgi al Sistema Sanitario Nazionale le liste di attesa sono lunghe (e questa non è una novità) e molto spesso sei costretto a rivolgerti ai privati - a pagamento - se necessiti di esami urgenti. Ad ogni modo penso che l’informazione sia una delle prime armi su cui puntare”.
Un blog che guarda al cambiamento!



martedì 22 aprile 2014

Le faremo sapere! (ma perché poi non richiamano?)

Un blog originale, ironico, esilarante! L'altra faccia della medaglia, quella delle “cattive” con 
 cui si fanno i colloqui di lavoro: le Risorse Umane.
Ma perché poi non richiamano? Cosa avrò detto che non va?
Paola Montanari di esperienza in selezione del personale ne ha parecchia per rispondere, niente paura ragazzi, nessuno è così malvagio come sembra! Forse qualcosa da imparare c'è, un CV ormai non è più la chiave di successo, bisogna sapersi mettersi in gioco, vendersi, il mercato è saturo, siamo in troppi a presentarci per lo stesso posto, per la stessa azienda. E poi c'è la crisi...
Paola spiega cosa c'è che non va, come solo lei sa fare, con ironia, largo ai permalosi, lei è diretta, ma lo fa per il successo delle nostre candidature.
L’idea è nata quando, finito di lavorare in Agenzia, ho capito che l’opinione pubblica riconosceva in me e nelle mie colleghe un popolo di “Stronze”. Stronza io? Ma ti sei visto??? E da qui la mia serie di post. Il nostro lavoro si basa sul principio della selezione; non siamo persone cattive, siamo solamente istruiti per essere obiettivi”.
Paola Montanari ha pubblicato il libro E adesso trovati un lavoro (2012); un punto di vista di chi è dall'altra parte, una preziosa fonte di raccomandazioni! 


 

lunedì 21 aprile 2014

Cartoline dalla Francia

Luca Terenzoni è un blogger cinefilo appassionato della Francia, nello specifico del cinema francese, diciamo che questa è la sua fetta preferita sulla settima arte.
Ah, la France... il posto in cui due fratelli, alla fine dell'800, non a caso inventarono il cinematografo.
Cartoline dalla Francia è uno spazio che ho deciso di creare per poter parlare online di una delle mie passioni: il cinema francese. Ovviamente non ho la pretesa di scrivere delle vere e proprie recensioni cinematografiche; si tratta solo di mie riflessioni personali messe nero su bianco”.  
Luca Terenzoni è davvero un appassionato, ha scritto anche due libri ambientati in Francia: Primavera in Borgogna (2010) e Gli inevitabili incontri del destino (2013).
C'est la vie!



domenica 20 aprile 2014

Internet è un dono di Dio

Qualche tempo fa Papa Francesco ha affermato che Internet è un dono di Dio
E' stato un annuncio che ha sbalordito, in senso positivo, perchè non so quante persone si sarebbero aspettate da un Papa tale affermazione.
Il blog di cui parliamo adesso ha un certa spiritualità, o fede per chi crede.
E' un blog gestito da Agostino Turnone, “un cattolico come tanti altri”- come lui stesso si definisce - il quale, alla mia domanda su cosa direbbe se avesse 30 secondi di popolarità, risponde: “Dubitate sempre delle vostre certezze, siate più disposti al perdono e seguite la voce della vostra coscienza perchè forse la verità ed il senso della vostra vita sono in voi stessi! Se ci credete, pregate perchè tutto ciò che si immagina e si desidera immensamente risulti già realizzato grazie alla benedizione di Dio”.
Agostino scrive nel suo blog anche favole, storie ispirate dalla vita quotidiana, a volte da fatti realmente accaduti; racconti che lasciano una morale sia ai grandi che ai piccini.
Buona Pasqua a tutti!




sabato 19 aprile 2014

Calabro9: un blog con gli attributi

Questo blog non è esteticamente bello ma non ce ne frega, perchè questo blog è denso, coraggioso, esemplare. Cattura.

In Calabria, così come nel resto del Sud, è difficile informare; in Calabria puoi rischiare anche due sberle se non parli come si deve, o se parli troppo. 
Questo blog resiste alle obbiezioni e continua ogni giorno a denunciare le magagne che riguardano l'ambiente, la sanità, il sociale e la politica. L'autrice, Zaira Bartucca, rivela che “scrivere di colossi dell’industria che avvelenano i cittadini o di malasanità, come ho fatto io per Il Quotidiano della Calabria, significa spesso incorrere in querele, in telefonate dal tono minaccioso o, peggio, in chi vuole a tutti i costi vedere in un lavoro onesto gli interessi di terzi. A volte è scoraggiante, ma mi ripeto che il dovere di cronaca è anche un diritto: mi tengo stretta il mio, quello di una ragazza che è diventata giornalista solo grazie alla propria passione e al proprio impegno. in una terra dove il lavoro di inchiesta è molto scarso, citare i giornalisti che lo portano avanti è quasi un dovere, e quindi nella sezione Le inchieste e Chiamiamolo mare compaiono, assieme alle mie, le inchieste di altri giornalisti”.

Un blog che lascia senza parole! 




venerdì 18 aprile 2014

Naif quanto basta

I bambini e le donne sono al centro dell'attenzione della blogger artista autodidatta Angela Impagliazzo, ischitana doc.
Da sempre sensibile alle tematiche relative ai maltrattamenti verso i due generi, Angela riporta nei suoi dipinti le diverse sfaccettature dell'essere donna, ma non solo; rappresenta anche animali  selvatici e misteriosi, realizza illustrazioni in digitale, fumetti, disegni per bambini, elaborazioni grafiche, vignette, caricature e tanto altro.
Il suo blog brilla di dipinti meravigliosi, di foto che documentano le sue esposizioni, di emoticon animate che richiamano alla non violenza, insomma il blog di Angela Impagliazzo è l'asilo in cui tutti i bambini vorrebbero andare.
Ha illustrato il libro di racconti Le favole dell’isola d’Ischia e il fumetto Restituta e Gianni tratto da una novella del Boccaccio.

http://illustrangela.blogspot.it/




Benedusi il fotografo

Un tipo un po' schivo e di poche parole, forse anche perché parla e ascolta tramite la fotografia (o semplicemente perché va di fretta).

Il fotografo e blogger Settimio Benedusi non ama parlare di sé ma preferisce omaggiare la bellezza del mondo con le sue fotografie, giocando con le ombre e ricalcando i particolari.

Ha immortalato bellezze statuarie note al grande schermo, ma non gli piace parlarne e farne un vanto, giustamente dice “non mi importa molto se la persona che sto fotografando sia famosa o meno, mi interessa la storia che mi aiuta a raccontare”.

La prima fotografia di Settimio nasce dalle mani di un ragazzino di 12 anni, incuriosito da quest'arte; a 22 scatterà la sua prima foto “sensata” - come dice lui – con un banco ottico 10x12 ad una modella al mare.

Nato ad Imperia ma milanese di adozione, Settimio fa il fotografo dalla bellezza di 25 anni!

Nel blog si possono trovare anche segnalazioni di eventi e workshop.



Risparmia subito!

Una blogger dal cuore grande, sensibile alle necessità del mondo animale!
L'autrice di questo blog è la trentina Lara Zavatteri, 11 libri sul curriculum e 11 blog (uno per ciascun libro); larazavatteri è il blog “contenitore”.
La cosa bella è che Lara risparmia dal ricavato della vendita dei suoi libri per dare a loro, ai piccoli amici a 4 zampe che hanno bisogno, un supporto economico.
Attualmente, ad esempio, è in corso l'iniziativa a favore del canile di Naturno che procede grazie alla vendita del libro Amici per sempre. Storie vere di animali (raccolta scritta in collaborazione con altri 15 scrittori, pubblicata nel 2012 e in vendita su youcanprint.it).
Tra i numerosi libri emerge anche Risparmia subito!, scritto a 4 mani assieme al suo ragazzo Mirko Rizzi: “il libro è incentrato sul risparmio, quest’anno abbiamo pensato di devolvere parte del ricavato delle copie da noi vendute al Fondo Ambiente Italiano (Fai) ... L’anno scorso invece con i miei libri ho comprato le Pigotte dell’Unicef, garantendo vaccini ai bambini più poveri del mondo, le Pigotte le ho poi donate al Gruppo Sensibilizzazione Handicap, una realtà che opera nella mia zona”.
Per fortuna Lara riesce anche a vivere con la sua scrittura, oltre che blogger impegnata e scrittrice, è anche giornalista.
È d'obbligo la segnalazione dello sconto del 25% per l'acquisto di 3 libri di Lara (Risparmia subito! Sopravvissuti e Amici per sempre. Storie vere di animali) sul sito www.youcanprint.it inserendo il codice promozionale PASQUA25. Valido fino al 25 aprile.
Lodi lodi lodi!




Diva delle Curve: chi si ama la segua!

Vorrei risparmiare le solite parole sulla moda, la magrezza, etc. etc.
Ci siamo già troppo annoiati di sentire di questo, infatti il blog La Diva delle Curve è tutta un'altra storia, tutto un altro mood!
E' un blog spigliato, leggero, fashion, interattivo, coinvolgente. E' un blog, come si dice, tanto, come tanta è la sua autrice plus size.
La cosa interessante, che si avverte già dalla prima visita, è che il peso non è al centro dell'attenzione: si parla di tendenze, abiti, accessori, ma non di abbondanze. Non è necessario.
Perché le misure non sono un problema, sono una caratteristica con cui andare semplicemente d'accordo.Il mio vero intento è quello di mostrare l'abbigliamento su un fisico reale, non per forza armonico o da modella. Una blogger di moda non indossa degli abiti per mostrarli semplicemente, come una modella, che quindi deve avere caratteristiche standard precise, ma ha l'intento di dare un esempio di stile personale su una persona come tante”.
Il blog, nato 3 anni fa, è uno spazio privo di ansia, graficamente ben curato e quindi piacevole alla vista.
Un brindisi alla Diva delle Curve!






giovedì 17 aprile 2014

I colpi di scena di Scrivenny 2.0

È piemontese ed è simpatico.
Il blogger critico cinefilo, molto radical e poco chic, non crede in Dio ma in Al Pacino, Stanley Kubrick, Fellini e Hitchock.
Denny B. è autore e curatore di Scrivenny 2.0 ed è un tipo molto schietto.
Ama sezionare meticolosamente, con la scrittura, le trame dei film e le storie dei libri, gli stessi libri che definisce “ libri scritti apposta per noi, libri dedicati a noi, libri che se ne fregano di noi, e fanno bene. Ci sono libri e libri. Impariamo a distinguerli. Come? Leggendoli.”
E che dire dei film? Ho letto la recensione di Nymphomaniac 2 di Lars Von Trier e, nonostante la sua critica negativa, ho ancora più voglia di andare a vederlo.
Nel bene e nel male Denny B. parla, scrive, riflette, borbotta, informa e diverte.
E' un tipo poco social, ma è possibile trovarlo su Twitter (@Denny_B)
Da conoscere!





Fotografia è Bellezza

Le modelle del blog Fotografia & Bellezza sono tante e sono belle!
Sono ammalianti ma mai volgari, parlano di se stesse e delle proprie ambizioni, potrebbero essere le ragazze della porta accanto.
Il blog le ospita con professionalità, senza strane intenzioni; la sua mission è infatti “essere un punto di incontro (gratuito) tra modelle, fotografi, agenzie e viceversa. Non di rado, ragazze emergenti, a seguito di una nostra intervista, hanno intrapreso le prime collaborazioni professionali” affermano gli ideatori.
Il blog si rivolge e coinvolge anche i fotografi e i foto amatori sia in Italia che all'estero, infatti molti articoli sono tradotti anche in lingua straniera (russo, inglese, ceco).
Grazie alle fotografie pubblicate, alla grafica e alle tonalità scelte, il blog si mostra esteticamente bello e molto interessante.



La biblioteca del fantasy

Leggere un libro è un po' come leggere se stessi; ogni libro contiene frasi e parole in cui ci riconosciamo ed è per questo che leggiamo, perché ci distraiamo, sogniamo, immaginiamo e scopriamo le nostre stesse emozioni.
La frase iniziale - citata in corsivo – l'ho rubata all'autrice del blog “La biblioteca di Eika”, assidua lettrice di libri, specie del genere fantasy.
Il suo blog sembra la cameretta di un'adolescente, sognatrice e delicata, non a caso il genere fantasy, specialmente in Italia, viene purtroppo etichettato come un genere letterario “poco maturo”. 
Ma Eika lo ama proprio per questo, perché grazie al fantasy può immaginare i luoghi, le situazioni, i personaggi, “mi piace che sia diverso, che non sai mai cosa puoi aspettarti, chi ti troverai davanti? sarà un vampiro? sarà una fata? cosa succederà?" 
Non è mai scontato.




mercoledì 16 aprile 2014

Punti di vista di un Osservatore Foggiano

Dire tutto e il contrario di tutto, ribaltando le situazioni e i valori ed estrapolando il comico e l’assurdo da qualsiasi cosa capiti a tiro. Il tutto senza rispettare alcuna regola o alcun limite (che non sia naturalmente quello della decenza personale) ed avendo come unico punto fermo la buona fede delle intenzione pure. 
L'Osservatore Foggiano nasce dalle idee di un foggiano (era quasi scontato), ma anche dalla sua pancia. L'autore la rigira come un calzino la sua realtà, quella che guarda silenzioso e poi trasforma in parole davanti al suo pc. 
“C’è chi nel mondo si impegna in battaglie ideologiche che hanno un fine ben preciso, come l’arrivare a stabilire con certezza una colpa, un merito o ancor di più una verità assoluta e chi si sente mentalmente ‘radioattivo’ e tenta un approccio sistematico di rigetto verso tutto ciò che ci viene presentato per essere accettato così com’è”.
(Questione di punti di vista)


http://spiritocriticopuro.blogspot.it/


Disegni allucinanti: il dipinto vivo di Mattia Massolini

Surrealista come un quadro di Dalì e irriverente come le creazioni del mitico Pazienza.
Mattia Massolini è blogger, disegnatore e musicista fiorentino, e la sua matita non sembra affatto tradire la ricerca del complesso e dell'insolito. 
Ideatore di personaggi bizzarri come Dito Medio e le Strisce di Bidi, Mattia presenta il suo blog Disegni allucinanti  come “un dipinto vivo” che, grazie a Internet, è riuscito a farsi conoscere da altri appassionati come lui: Gianluca Costantini per esempio, autore per la rivista Inguine mah!gazine, “il quale mi ha invitato a pubblicare le mie vignette nel blog Political Comics, dandomi così l’opportunità di allagare le mie conoscenze nel settore”. 
Arte nella rete, campo che Mattia e il suo blog di certo non disdegnano come terreno fertile di un genere artistico dai tratti precisi e chirurgici.
Blogger eccellente e ottimo illustratore della realtà. 




Zuppa di vetro

Racconti brevi e brevissimi, aforismi, soggetti e chissà magari anche sceneggiature, con tematiche e atmosfere estremamente eterogenee, dal drammatico al faceto, passando perfino per la commedia e l’horror. 
Il blog di Francesco De Paoli, dal titolo Zuppa di vetro, “è una zuppa di nome e di fatto”, prodotto di un corso di sceneggiatura alla Scuola Comics di Roma e del sano consiglio dell’insegnante Lorenzo Bartoli, “il quale ci ha spinti ad aprire un blog con l’intento di scrivere con esercizio e regolarità”. Risultato? 
“Ho cominciato a frequentare attivamente la blogosfera, e da ciò sono nate collaborazioni tra me ed un paio di fanzine on-line legate al mondo del fumetto: la prima è stata Heroclip Magazine, per la quale attualmente ho all’attivo due articoli (linkati nel mio blog), mentre la seconda si chiama Omniverso, altra fanzine in procinto di nascere, per la quale sto scrivendo un articolo di analisi sulle evoluzioni e involuzioni narrative dell’Universo Marvel negli ultimi anni (roba da nerd insomma)”.




Gocce di piacere... un blog dal bollino rosso

Appunti di viaggio nella terra del piacere (sessuale) da soli e in compagnia. Dal 2004 notizie, recensioni e humor proposti per celebrare la sessualità positiva. Gocce di piacere è il blog di Arsenio, pseudonimo di un biologo romano che si diletta di arte, cultura, storia, cinema e etologia sessuale umana nella sempre rinnovata speranza di riuscire a raggiungere il centro di ogni cosa: la felicità fuori e dentro il letto, ritenendo a buona ragione che lo stress e la frenesia della vita odierna ci stiano rendendo tutti sempre più infelici, nonostante le innumerevoli occasioni offerte dalla nostra attuale società ma quasi mai onorate a causa di antichi pregiudizi, ipocrisie, moralismi politici e conformismi obbligati”.
Gocce di piacere è un'iniziativa nata con lo scopo innanzitutto di divertire (fondamentale per mantenere vivo lo spirito del blog) e quindi di intrattenere in maniera piacevole i suoi lettori e lettrici; obiettivo secondario è poi quello di segnalare l'enorme quantità di informazione, presente in lingua inglese e in svariati formati multimediali, attinente al sesso in tutte le sue forme, mostrandone usi, costumi e stravaganze così come vengono praticati e consumati in tutto il mondo.
Il terzo obiettivo vuole riuscire ad arrivare a trasmettere qualche messaggio di uguaglianza, libertà ed informazione sessuale non dimenticando la possibilità di proporre anche qualche testo educativo, invitando allo stesso tempo i visitatori a partecipare ad una discussione e ad un confronto in maniera rilassante e priva di pregiudizi o pressioni esterne.
Il blog attualmente conta 8190448 visite.
E' adatto a un pubblico adulto e maggiorenne.

Alessandro Bonino e le sue ironiche osservazioni

“Quando ho aperto il blog, nel 2004, facevo il bancario e mi ero appena trasferito in città. Ho pensato così di alleviare le mie sofferenze scrivendo: è per questo che inizialmente il titolo del mio blog era ‘e io che mi pensavo che la vita del bancario erano tutti fiorellini’. Quando ho lasciato il lavoro in banca, ho cambiato il titolo facendolo diventare ‘E io che mi pensavo che la vita del blogger erano tutti fiorellini’, ampliando così gli orizzonti”.
Quello del cunese Alessandro Bonino non è certo un blog povero di idee e di ironiche riflessioni, dal tono rilassato che rimanda a una insolita atmosfera da osteria. Certamente virtuale, ma ricca di assidui ed affezionati frequentatori: quelli che lo stesso blogger, con affetto ed orgoglio, definisce come un numeroso pubblico di “pazzi”. Alessandro Bonino è anche co-autore, insieme a Stefano Andreoli, del dissacrante libro “Sempre cara mi fu quest’ernia al colon”, edito da Mondatori, 2007.

http://eiochemipensavo.diludovico.it/



La shakespeariana penna di Briciolanellatte

Gentilezza d’animo mista a sorprendente determinazione maschile: questa è la penna del "quasi" “sheakpeariano” blogger Briciolanellatte.
Una scrittura che fa del suo blog un mondo parallelo, una stanza di racconti, di personaggi sempre diversi, capitati nel posto giusto al momento giusto.
Perché le storie del suo blog, come lui stesso racconta “trattano principalmente della vita di provincia: di quello che accade nei paesini dove l’esistenza sembra essere più semplice (per quanto i problemi ci siano anche lì) e più vicina e attenta ai valori umani e sociali. I paesi in questione sono quelli della Valle d’Argea e quindi Poggiobrusco, Lughi, Pievàni, Bigialli, Collefili… e altri”.
Leggendo di lui non capisci se c'è un uomo capace di sorprenderti allo stesso modo; sheakespeariano, dunque, per questo motivo, per la sua completezza e generosità di stile.

"Una delle spiegazioni che mi sono dato per questa sorte di apparente enigmaticità legata al mio stile (che peraltro nessuno rileva quando tratto materiale scientifico) è forse quella di essere io in ascolto in fase creativa anche della mia ‘parte femminile ‘, quella che ogni uomo ha pur se non lo vuole ammettere. Se così fosse, sarebbe pur sempre un riconoscimento per questa mia ricerca continua del mio mondo interiore, anche se ciò non deve autorizzare il lettore a ritenere che io sia una donna, perché sarebbe pur sempre il frutto di una lettura superficiale del mio lavoro.
Non credo poi sia possibile essere empatici con il lettore. Anche se chi mi legge è per lo più di sesso femminile (ed è questo un altro effetto della mia scrittura che meriterebbe un’indagine a parte) la mia attenzione è rivolta a chi mi legge in quanto tale, come soggetto cioè che costruisce le mie storie nella sua testa; il mio obbiettivo è quello di essere efficace, godibile, di effetto, in modo da lasciare un mutamento emozionale a blog chiuso più che consegnare intellettualmente ciò che il lettore stesso si aspetta”.


Briciolanellatte è come il fiore del Piccolo Principe che “sceglieva con cura i suoi colori, si vestiva lentamente e aggiustava i suoi petali a uno a uno”.




Valebest e i suoi magici Click

Se è vero che molti blogger riempiono le loro stanze virtuali con passioni, è anche vero che quello di Valebest sembra sia uno specchio nitido della realtà. 
Di origine milanese, Valentina Bestetti fa la fotografa e con il suo obiettivo rincorre emozioni da immortalare con la dovuta professionalità. 
E non sono pochi i successi che ValeBest conserva gelosamente, sia nel blog che nell’esperienza, come ad esempio “il vanto di essere stata scelta tra le 30 migliori foto, su un totale di circa 7000, selezionate nel 2006 dalla rivista National Geographic”. Allegra, dinamica, ma soprattutto determinata, sempre pronta a difendere e coltivare“una passione che è sempre stata dentro di me, fin da piccola”. 






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...